x

Cerca una malattia rara

* (*) campo obbligatorio

Altra/e opzione/i di ricerca

Commenta

(*) Campi obbligatori

Attenzione

saranno accettati solo i commenti finalizzati al miglioramento della qualità e dell'accuratezza delle informazioni presenti sul sito di Orphanet. Tutti gli altri commenti potranno essere inviati alla nostra email di contatto. Saranno visualizzati solo i commenti scritti in inglese o italiano.

Captcha image

Angiostrongilosi

Definizione della malattia

L'angiostrongilosi è una zoonosi di origine alimentare, endemica nel Sud-est asiatico e nelle isole del Pacifico, dovuta ad uno strongilide dei ratti, Angiostrongylus cantonensis, che si trasmette attraverso l'ingestione di larve infestanti presenti negli ortaggi o nelle lumache poco cotte o crude, nei limacidi, nei granchi di terra, nei gamberi d'acqua dolce, nelle rane e nelle lucertole. Il segno cardinale è la meningite eosinofila ed i segni clinici comprendono la febbre, la cefalea, il malessere, l'affaticamento, il vomito, la rinorrea, l'annebbiamento della vista, la diplopia, la tosse, il collo rigido, l'enterite, la costipazione e la parestesia, dovuti al passaggio dei vermi dall'intestino ai polmoni, al sistema nervoso centrale, agli occhi. Nei casi gravi non trattati, può sopraggiungere il coma e la morte.

ORPHA:74

  • Sinonimo/i : -
  • Prevalenza: Sconosciuto
  • Trasmissione: -
  • Età di esordio: Qualsiasi età
  • ICD-10: B81.3  B83.2
  • OMIM: -
  • UMLS: C0392662
  • MeSH: C536369
  • GARD: 683
  • MedDRA: 10069517

Informazioni dettagliate

Articolo per i professionisti

Informazioni supplementari

Ulteriori informazioni su questa malattia

Servizi di assistenza sociale specializzati

Tutte le informazioni presenti nel sito non sostituiscono in alcun modo il giudizio di un medico specialista, l'unico autorizzato ad effettuare una consulenza medica ed esprimere un parere medico.