x

Cerca una malattia rara

* (*) campo obbligatorio

Altra/e opzione/i di ricerca

Commenta

(*) Campi obbligatori

Attenzione

Saranno accettati solo i commenti finalizzati al miglioramento della qualità e dell'accuratezza delle informazioni presenti sul sito di Orphanet. Tutti gli altri commenti potranno essere inviati alla nostra email di contatto. Saranno visualizzati solo i commenti scritti in inglese o italiano.

Orphanet non fornisce risposte personalizzate. Per contattare il team di Orphanet, è possibile scrivere a .

Le informazioni che ci hai fornito (compreso il tuo indirizzo email), saranno conservate in file .CSV che verranno inviati tramite email ai team di Orphanet. Queste email possono essere conservate nelle caselle di posta elettronica dei diversi team, nei server del nostro backoffice, ma non saranno mai registrate nei nostri database (per maggiori informazioni puoi consultare la nostra sezione Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (GPDR) e riservatezza dei dati).

Captcha image

Sinbrachidattilia delle mani e dei piedi

Definizione della malattia

La sinbrachidattilia delle mani e dei piedi è un difetto raro e non sindromico da riduzione degli arti, caratterizzato da brachidattilia mono- o bilaterale, sindattilia cutanea e ipoplasia globale delle mani e/o dei piedi, con interessamento dei muscoli, dei tendini, dei legamenti e delle ossa, in assenza di altre anomalie degli arti. Di solito i pazienti presentano dita corte, rigide o con pliche interdigitali; talvolta le dita delle mani e/o dei piedi sono assenti o sono sostituite da piccoli monconi (protuberanze) con unghie residue.

ORPHA:1570

Livello di Classificazione: Malattia
  • Sinonimo/i :
    • Sindrome di De Smet-Fabry-Fryns
  • Prevalenza: <1 / 1 000 000
  • Trasmissione: -
  • Età di esordio: Neonatal
  • ICD-10: Q73.8
  • ICD-11: LB75.2
  • OMIM: -
  • UMLS: C2931719
  • MeSH: -
  • GARD: -
  • MedDRA: -

Informazioni dettagliate

Articolo per i professionisti

Tutte le informazioni presenti nel sito non sostituiscono in alcun modo il giudizio di un medico specialista, l'unico autorizzato ad effettuare una consulenza medica ed esprimere un parere medico.